Ho fatto un sogno un po’ strano, no, non strano, inquietante.
C’era Di Pietro che voleva ripristinare la legge regia; sempre coerente Antonino.
C’era Storace che, spiazzato, ha rilanciato: “Li voglio crocefissi sulla via Appia”.
C’erano i ladri che inseguivano le guardie.
C’era Berlusconi, presidente del consiglio de centro destra, che parlava di fare la rivoluzione sollevando le masse.
E la pioggia cadeva verso l’alto.
Come dite? Non era un sogno? Aspettate un attimo, fatemi capire, sono confuso, spiegatemi bene cos’era se non un bizzarro sogno.
Dai, non può essere vero. Passi per Storace, ma le altre quattro situazioni non possono essere vere. Mai nella vita.
Eh? le uniche false sono quelle di Storace e della pioggia?
Quindi un ex magistrato voleva ripristinare leggi abrogate dopo anni di tribolazione, i black bloc spadroneggiavano durante una manifestazione e il premier di governo invocava la rivoluzione.
Ma dove diavolo sono capitato?